Avicoli

 

Storia e Origini

Nella storia dell’allevamento, avicoli come  galline, tacchini, anatre, oche, hanno avuto un ruolo importante per l’uomo perché garantivano carne e uova.

L’allevamento degli animali da cortile era sicuramente conosciuto e diffuso in Italia fin dai tempi degli etruschi, sia delle altre popolazioni italiche dell’epoca, tuttavia le prime notizie sono state fornite da Catone (noto scrittore e politico romano vissuto nel 200 a.C.).

Anche se l’avicoltura trattata da Catone e dagli altri scrittori romani era esclusivamente rurale, sappiamo che presso i ricchi del tempo si allevavano razze ornamentali e soprattutto razze da combattimento.

Sappiamo anche che i romani conoscevano l’incubazione artificiale, importata dall’Egitto, dove sembra sia stata inventata almeno nel 1.800 a.C. L’allevamento di avicoli si differenzia in: anatre, oche, tacchini, fagiani, faraone, colombi e tortore, quaglie e pernici, cigni, emu, polli e galline, pavoni, nandu, faraone, gru, struzzi.

 

Vedi tutte le razze dell’Anatra

Vedi tutte le razze del Fagiano

Vedi tutte le razze della Faraona

Vedi tutte le razze del Pollo

Vedi tutte le razze dell’Oca

Vedi tutte le razze del Tacchino

Lascia un commento